R.S.A. Radio Sicilia

Gruppo Marescalco Editore

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.
  • Accesso
    Login Modulo Login

"Stranizza d’amuri” di Giuseppe Fiorello aprirà la XV edizione di Ortigia Film Festival

Inviato da il in Arte
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 521
  • 0 Commenti
  • Iscriviti a questo post
  • Stampa

b2ap3_thumbnail_Arte.jpg
La proiezione speciale di “Stranizza d’Amuri”, esordio alla regia di Giuseppe Fiorello, aprirà, sabato 15 luglio alle ore 21:30 in Arena Minerva, la XV Edizione di Ortigia Film Festival. Fiorello, insieme agli attori Samuele Segreto e Anita Pomario, sarà l’ospite d’onore della prima serata.

Il debutto alla regia di Giuseppe Fiorello è un’opera dal profondo valore civile e politico, che mette a fuoco un Mezzogiorno tormentato in cui diritti civili e diritti sociali si intrecciano. Il film è dedicato a Giorgio e Antonio, le vittime del delitto di Giarre avvenuto nel 1980 in provincia di Catania. Un duplice omicidio mai chiarito, che ha portato nel 1980 alla nascita a Palermo del primo circolo Arcigay in Italia.

“Stranizza d’Amuri” racconta l'incontro tra i due adolescenti e la nascita di un'amicizia, che si trasforma gradualmente in un sentimento che i ragazzi sono costretti a mantenere segreto. Il film, interpretato dagli esordienti Samuele Segreto e Gabriele Pizzurro, ha ottenuto due Nastri d’Argento: Miglior esordio e Nastro della legalità.

In occasione della serata inaugurale della kermesse a Giuseppe Fiorello andrà il Premio Speciale OFF XV di Ortigia Film Festival. Con questo premio la direzione artistica del Festival vuole riconoscere il talento e il lavoro instancabile che negli anni hanno caratterizzato il suo percorso artistico sempre attento all’impegno sociale, dando risalto alla storia, alla cultura della Sicilia permettendogli di raggiungere un pubblico sempre più ampio e diversificato. “Stranizza d’Amuri” è un esordio alla regia nel segno del ricordo e dell'impegno.

La XV edizione di Ortigia Film Festival si svolgerà dal 15 al 22 luglio. Tre le sezioni competitive del Festival: il Concorso Lungometraggi opere prime e seconde italiane, il Concorso Documentari e il Concorso Internazionale Cortometraggi. Tre le sezioni non competitive: Cinema Women, Cinema e arte della parola e La voce del mare in collaborazione con L'area marina protetta del Plemmirio.

Ortigia Film Festival, con la direzione artistica di Lisa Romano e Paola Poli, si svolge nelle piazze del centro storico della città di Siracusa (Unesco World Heritage) ed è annoverato nel calendario dei festival cinematografici più importanti del bacino del Mediterraneo. Il Festival ha sviluppato una forte identità legata al cinema italiano, ma allo stesso tempo, ha rinnovato e ampliato la propria offerta, esplorando nuove realtà nel campo dell’audiovisivo e conquistando spazio a livello nazionale e internazionale. La visibilità e il consenso, ottenuto negli anni da parte delle istituzioni, hanno permesso che il festival, fondato da Lisa Romano con l’associazione culturale Sa.Li.Ro’, ricevesse la prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica e, negli anni, il sostegno di: Mic, Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo - Sicilia Film Commission, nell'ambito del progetto Sensi Contemporanei, Ars e Comune di Siracusa, Siae, Unesco e Rai. Media Partner della XV edizione del festival, Ciak, Cinecittà News, Cinematographe e Taxidrivers.

0

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite Martedì, 05 Marzo 2024
Vai all'inizio della pagina